Home > Blog > I due assi dell’architettura dell’informazione

I due assi dell’architettura dell’informazione

Nell’architettura dell’informazione ci si concentra molto spesso sul rapporto gerarchico fra gli elementi: la tassonomia. Accanto a questa dimensione “verticale”, esiste tuttavia una dimensione “orizzontale” altrettanto importante: il rapporto fra elementi che pur appartenendo a categorie diverse possiedono una correlazione semantica di qualche tipo.

In ogni progetto di architettura dell’informazione esistono due assi o dimensioni complementari:

  • un asse verticale, che rappresenta le relazioni gerarchiche fra gli elementi di un sistema, e stabilisce a quale categoria appartenga ciascun elemento
  • un asse orizzontale, che raffigura relazioni di contiguità semantica fra elementi appartenenti a categorie differenti o distanti.

Questo secondo asse riveste un ruolo importante perché consente o potenzia quel tipo di ricerca evolutiva (raccolta delle bacche o berrypicking) così tipica del web. Questo saltare, per così dire, “di palo in frasca” (di risorsa in risorsa) è assai utile, una volta raggiunto un elemento,

  • per individuare altri elementi di tipo simile che potrebbero essere di ulteriore interesse (pure se inizialmente non previsti/cercati)
  • per correggere il tiro della ricerca, nel caso in cui l’elemento raggiunto non è propriamente quello cercato, o nel caso in cui durante la ricerca stessa emergano nuove esigenze.

L’articolo completo I due assi dell’architettura dell’informazione