Home > Blog > Euristiche per l’architettura dell’informazione (pervasiva)

Euristiche per l’architettura dell’informazione (pervasiva)

La particolarità di queste linee guida è la loro trasversalità: vale a dire che possono essere applicate non solo ai siti web, ma anche al design di servizi e luoghi (come punti vendita, musei, ospedali), o a ecosistemi che vedano l’impiego combinato di più canali.

Sono quindi euristiche per un’architettura dell’informazione pervasiva, intesa come progettazione di qualunque spazio informativo condiviso (e non solo di ambienti web). I fenomeni della cross-medialità e cross-canalità, e quelli dell’ubiquitous computing e dell’internet degli oggetti rendono infatti sempre più urgente e necessario un approccio pervasivo (cioè integrato) alla progettazione e all’analisi dei sistemi informativi.

Queste linee guida sono state elaborate da me e Andrea Resmini attraverso l’esperienza sul campo, spinti dalla necessità di avere uno strumento sia di analisi sia di progettazione applicabile a qualunque contesto, fisico digitale o misto.

Esplorate in modo approfondito nei libri Architettura dell’informazione: Trovabiltà dagli oggetti quotidiani al Web e Pervasive Information Architecture: Designing Cross-Channel User Experiences, le proponiamo qui in una versione distillata: slide e slidecast (slide + audio) di corsi e seminari. Arricchite magari da quel giusto affinamento che il tempo (che le separa dai libri) può dare.

Panoramica: Architettura dell’informazione: linee guida (comprende solo alcune euristiche)

  1. Place-makingPlace-making: esempi e casi studio
  2. Coerenza (Consistency) – Coerenza: esempi e casi studio
  3. Flessibilità (Resilience) – Flessibilità: esempi e casi studio
  4. Scelta (Reduction) – Scelta: esempi e casi studio
  5. Correlazione (già contenuta in parte nella panoramica) – Correlazione: esempi e casi studio.