Home > Blog > Web 2.0: I consigli dei principali esperti italiani e internazionali per affrontare le nuove sfide

Web 2.0: I consigli dei principali esperti italiani e internazionali per affrontare le nuove sfide

46 esperti nazionali e internazionali analizzano il cosiddetto Web 2.0 secondo un approccio multidisciplinare e dialettico. Un tentativo di leggere il fenomeno muovendosi sulla sua stessa lunghezza d’onda: quella dell’intermediazione. Il volume, uscito a novembre 2007 e curato da Vito Di Bari, è pubblicato da Il Sole 24 Ore.

Web 2.0Se quello dialogico è l’aspetto più caratterizzante del Web 2.0, non si può che scegliere un approccio dialettico per parlarne. Così, Vito Di Bari, curatore del volume Web 2.0: I consigli dei principali esperti italiani e internazionali per affrontare le nuove sfide, affronta la tematica del nuovo Web sul suo stesso terreno: il dialogo, l’interazione.

46 autori (professionisti, studiosi e giornalisti) analizzano i molteplici aspetti del Web 2.0, ciascuno nel proprio ambito di competenza. Ne scaturisce così una discussione sfaccettata che contribuisce a smitizzare luoghi comuni e facili euforie che circolano attorno a questo fenomeno – da un lato, e ad attirare viceversa l’attenzione su aspetti meno appariscenti ma più di sostanza – dall’altro.

Le chiavi di lettura sono molteplici: architettura dell’informazione, sociologia, psicologia e scienze cognitive, comunicazione e marketing. Ampio spazio è dedicato, per ciascuna sezione, a casi di studio nazionali e internazionali.

Segnalo in particolare la bella (e approfondita) introduzione di Vito Di Bari, che funge da raccordo alle varie tematiche affrontate nel libro e costituisce proprio per questo una lettura lucida e puntuale del Web 2.0. Una lettura fuori dagli schemi e dalle facili retoriche che aleggiano intorno a questa realtà (al riguardo si veda l’ironico articolo Web 3.0 di Jeffrey Zeldman).

Non amo molto i decaloghi, ma quello approntato da Vito Di Bari nella sua Introduzione mi pare valido, di sostanza e per nulla modaiolo. Cito un passaggio che mi è piaciuto molto (riguardo la querelle fra Tim Berners Lee e Tim O’Reilly).

[…] quando Berners Lee & Co. definirono al CERN di Ginevra le regole del gioco del Web, di fatto classificarono i pezzi del Lego di quello che, nelle loro intenzioni, doveva essere. Che è però anche come dire che se io consegno una scatola di Lego a qualcuno, posso sentirmi autorizzato a chiedergli di restituirmi la perfetta riproduzione in scala di un castello seicentesco fatto di mattoncini […] non necessariamente avere pezzi e istruzioni permette di realizzare bene, e immediatamente, il gioco.

[…]

È servito un decennio, ma ci siamo arrivati. Questa nuova release del Web è certamente fatta con gli stessi pezzi di prima e funziona (quasi) con le stesse regole di prima, ma consente anche di montare i mattoncini diversamente e di integrarli fra loro in modi inaspettati. A me sembra che questa evoluzione non sia più (prevalentemente) basata sull’interconnessione di chunck of bytes ma sull’interconnessione delle passioni. Che non sia più (prevalentemente) costruita sui protocolli di trasmissione ma su rinnovate regole sociali (pp. 5, 6).

Sommario

Premessa
Amarcord il novantanove, grazie Lawrence
di Vito Di Bari

  1. lntroduzione al Web 2.0
    1. Cosa è il Web 2.0, di Vito Di Bari
    2. Decostruire l’inganno del Web 2.0, di Geert Lovink
  2. G1i strumenti del Web 2.0
    1. Blog: se il medium è il messaggio, allora le persone sono il contenuto, di Stefano Quintarelli
    2. La ricerca si fa sociale: il tagging e la folksonomia, di Luca Rosati
    3. La folksonomia e il Web semantico, di Thomas Vander Wal
    4. L’importanza della folksonomia, di Bebo White
    5. Socializzare in rete: dal social network al digital Self, di Marcello Rinaldi
    6. Socialità e consumo: il caso Sprite Yard, di Stefano Pace
    7. Social Network, di Selene Kolman
    8. Il podcasting e la sua diffusione in Italia, di Valerio di Giampietro
    9. Il podcasting, di Dean Whitbread
    10. Web Service e mashup, di John Musser
  3. Socializzare con il Web 2.0
    1. Le azioni collettive, di Howard Rheingold
    2. Da MSN Messenger a Facebook: evoluzione degli strumenti di socializzazione in rete, di Stefano Maruzzi
    3. Il blog eCuaderno, di José Luis Orihuela
    4. Metamondi ed entertainment, quale futuro?, di Giusto Toni
    5. Il Metaverso di Second Life, di Antonio Dini
    6. I mondi virtuali e Second Life, di Edward Castronova e Mark W. Bell
  4. Cercare, informarsi, imparare con il Web 2.0
    1. Newsmaking 2.0, di Andrew Keen
    2. Digg.com, di Jay Adelson
    3. Il Web 2.0 cambia le newsroom, di Massimo Esposti
    4. Cultura e Web 2.0, di Andrea Granelli
    5. Antropologia del Learning 2.0, di Michael Wesch
    6. OVO: un hub creativo in rete, di Andrea Pezzi
    7. “12 Byzantine rulers”, di Lars Brownworth
    8. La persuasione e il Web, di BJ Fogg
  5. Fare business con il Web 2.0
    1. Fare leva sull'”impresa 2.0″ per il vantaggio competitivo, di James Manyika e Jaques Bughin
    2. Social network e modelli di business, di Carlo Alberto Carevale Maffè
    3. Il Web 2.0 entra nelle aziende, di Emanuele Quintarelli
    4. Il social tagging di 11870.com, di Jesùs Encinar
    5. Il caso Expopage, di Sebastien Kuester
    6. Ducati Desmoblog: un corporate blog a supporto della community, di Patrizia Cianetti
  6. Promuovere e pubblicizzare con il Web 2.0
    1. Advertising nel Web 2.0: caratteristiche e logiche di un nuovo approccio all’advertising. Il potere ai consumatori, di Layla Pavone
    2. Ecosistemi digitali e Web 2.0 al servizio delle aziende, di Massimo Giordani
    3. Il caso “500 wants you”: obiettivi, strumenti, caratteristiche, di Stefano Stravato
    4. Il progetto “MyPanini.com”. Un caso di engagement del cliente, di Antonio Allegra
  7. Divertirsi con il Web 2.0
    1. User generated content, di Jamie Cason
    2. Fora.tv: il Web 2.0 e l’intrattenimento intelligente, di Brian Gruber
    3. Mobile Web 2.0, di Massimo Pettiti
    4. La tv personale, di Franco Iseppi
    5. Your Truman Show, di Arturo Artom
    6. Mobile Web 2.0: il caso Disney Mobile, di Sara Passarella
    7. La YouTube cinese: Tudou.com, di Gary Wang
  8. Effetti sociali del Web 2.0
    1. Società e impresa al guado di una nuova condivisione del mondo?, di Alberto Abruzzese
    2. L’evoluzione delle protesi emozionali, di Gianluca Nicoletti
  9. Il Web ne1 2015 e nel 2020: la Longer Tail e la Longest Tail, di Vito Di Bari
  10. Gli autori